Multiservice e Pubbliparking, Movimento Pugliese: “Vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie”
giovedì 04 agosto 2022 08:40

Multiservice e Pubbliparking, Movimento Pugliese: “Vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie”

"Solo incertezza e indecisione, o meglio ipocrisia: vogliono forse sostituire gli attuali addetti con nuovi sostituti determinando così una guerra tra poveri?"

"Apprendiamo dagli Organi di Stampa -sottolineano in una nota i consiglieri Nino Marmo, Luigi Del Giudice e Marcello Fisfola del Movimento pugliese- dello sciopero proclamato dai lavoratori della "Multiservice Andria" e della società "Pubbliparking" a causa dell'incertezza del loro futuro occupazionale.

La protesta è giusta e condivisibile, perché non si può giocare in alcun modo con la vita delle persone!

Due vicende societarie che apparentemente potrebbero sembrare disgiunte, ma che in realtà sono collegate tra di loro. L'Amministrazione Comunale, infatti, su nostra proposta aveva deciso di procedere all'affidamento del servizio parcometri alla Società multiservizi del Comune di Andria, in modo da garantire il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e il passaggio dei lavoratori dalla "Pubbliparking" alla "Multiservice".

Ad oggi, però, l'Amministrazione Comunale non ha ancora concluso questo passaggio e circolano voci strane, in totale distonia con gli impegni pubblicamente assunti.
È stato affermato, nel corso della seduta consiliare, che la nostra insistenza a difesa dei lavoratori avrebbe provocato l'effetto contrario. Abbiamo allora atteso in religioso silenzio che partorisse, spontaneamente, la decisione politica con la quale la maggioranza si assumesse la responsabilità politica di dare l'indirizzo a tutela dei lavoratori, ma nulla si è visto!! Solo incertezza e indecisione, o meglio ipocrisia: vogliono forse sostituire gli attuali addetti con nuovi sostituti determinando così una guerra tra poveri?

Alla luce degli ultimi accadimenti societari, vogliamo manifestare la nostra vicinanza e solidarietà ai lavoratori delle due società e, al contempo, chiediamo all'Amministrazione e al Sindaco Bruno di mantenere fede agli impegni assunti al fine di garantire maggiori certezze occupazionali ai lavoratori e alle rispettive famiglie coinvolti in queste vicende".