Caracciolo: “I numeri straordinari del Pd portano il nome di Antonio Decaro”
martedì 11 giugno 2024 04:04

Caracciolo: “I numeri straordinari del Pd portano il nome di Antonio Decaro”

"La provincia Bat si conferma ancora una volta serbatoio importante di consensi per il Pd"

"I risultati conseguiti dal Partito Democratico in queste elezioni europee sono straordinari. Primo partito in Puglia (cosa mai accaduta nella storia), primato anche nella Bat e in città come Barletta che ci vedono all'opposizione. Sono numeri incredibili, per certi versi inattesi e che rispondono ad un nome: quello di Antonio Decaro". Così il consigliere regionale del Partito Democratico, Filippo Caracciolo.
"Un dato in particolare – afferma Caracciolo – emerge in modo prepotente e chiaro dalle urne: il Partito Democratico è il partito degli amministratori. Senza figure rappresentative dei territori come Michele Emiliano, Antonio Decaro, Vincenzo De Luca, Stefano Bonaccini, Giorgio Gori, Dario Nardella, Matteo Ricci, Alessandro Zan, Nicola Zingaretti e Raffaele Topo (solo per citare i più suffragati) questo partito avrebbe conseguito uno scarso risultato. Non oso immaginare cosa accadrebbe se questi amministratori si unissero per fondare un proprio movimento. Il risultato ottenuto conferma una volta di più che il consenso si può ottenere solo lavorando quotidianamente a contatto con la propria comunità. Tutto il resto è fantasia, parole vuote e buone solo per partecipare a qualche talk show".
"Dei tanti bellissimi numeri di queste elezioni europee uno in particolare mi rende orgoglioso: quello della provincia di Barletta-Andria-Trani. Il nostro piccolo territorio – evidenzia il consigliere regionale – si conferma ancora una volta serbatoio importante di consensi per il Pd. Le 31.222 preferenze raccolte da Antonio Decaro rappresentano il terzo dato più alto in tutta la regione Puglia, un risultato straordinario se rapportato alle dimensioni delle altre province pugliesi".
"Anche in questo caso decisivo è stato l'apporto degli amministratori. Il lavoro di squadra coordinato dalla segreteria provinciale guidata da Lorenzo Marchio Rossi ha visto protagonisti sindaci come Giovanna Bruno, Bernardo Lodispoto, Angelantonio Angarano, Arianna Camporeale e Amedeo Bottaro. A tutti loro va il mio ringraziamento, così come il mio grazie va a tutti gli amministratori di questo territorio e naturalmente ai tantissimi elettori che hanno inteso dare fiducia alla nostra proposta. Il risultato ottenuto – conclude Caracciolo – rappresenta per tutti noi lo stimolo più forte per continuare a lavorare nel modo migliore al servizio della comunità".